Se stai valutando la presenza economica o intendi avviare l’attività d’impresa in Polonia, ti invitiamo ad approfondire le informazioni essenziali sul sistema fiscale vigente polacco.
Sistema fiscale polacco prevede:
le imposte dirette:
• CIT (corporate income tax), it. IRES
• PIT (personal income tax), it. IPREF
• Imposte di registro
• Imposte di natura immobiliare
le imposte indirette:
• IVA
Sia le persone giuridiche che le persone fisiche residenti in Polonia ai fini fiscali sono soggetti rispettivamente all’imposta CIT o PIT sul loro reddito totale (unlimited tax obligation)
I soggetti che non hanno la residenza fiscale in Polonia sono soggetti alla tassazione dei redditi, rispettivamente all’imposta CIT o PIT solo nei limiti dei redditi generati in Polonia (limited tax obligation). La tassazione dei soggetti non residenti può essere ulteriormente limitata in base agli accordi bilaterali tra la Polonia e un altro paese sottoscrittore dell’accordo (nel caso nostro l’Italia).
Una persona giuridica o una persona fisica hanno la residenza fiscale polacca quando la loro sede e il luogo di gestione sono ubicati in Polonia.

Aliquote delle imposte sui redditi:

PIT

CIT


L’aliquota CIT, l’imposta sul reddito delle società è di 19% con la possibilità di riduzione fino a 5% per i ricavi qualificati (IP Box) oppure a 9% per i piccoli contribuenti (si intendono piccoli contribuenti soggetti il cui fatturato, IVA a debito inclusa, per l’anno precedente non ha superato 1,2 milioni di euro. Sono anche considerati “piccoli” i contribuenti che hanno iniziato l’attività d’impresa, nel loro primo anno di attività).
L’imposta PIT ha la natura progressiva. Le aliquote PIT seguono le soglie reddituali presentate nella seguente tabella:

Le persone fisiche che svolgono l’attività d’ impresa hanno il diritto di optare per la FLAT TAX con l’aliquota applicabile di 19% e la possibilità di ulteriore riduzione dell’aliquota fino a 5% in alcuni casi previsti dalla normativa (IP Box).

Versamento PIT e CIT

La regola generale prevede il versamento mensile delle imposte entro il giorno 20 del mese successivo effettuato dal contribuente (CIT) o, nel caso del PIT, dal sostituto d’imposta.
Le dichiarazioni dei redditi sono inviate una volta l’anno.

IVA

La normativa IVA in Polonia (tax on goods and services) è simile a quella vigente in tutti gli altri Stati membri. Le aliquote IVA applicabili in Polonia sono le seguenti:
23% aliquota IVA ordinaria
8%, 5%, 0% aliquote IVA ridotte.
Ci sono anche i beni e servizi esenti IVA.
La corretta applicazione IVA dipende dal tipo di bene o la natura del servizio.
Dal 1° aprile 2020 entreranno in vigore le novità in materia IVA in Polonia (attualmente nella fase di approvazione).

*****

L `autore: Anna Czerwinska, tributarista, laureata in Economia aziendale presso l` Università di Economia ed Innovazione di Lublino e l`Università Carlo Bo a Urbino, esperto PARP, traduttore iscritto sulla lista dei periti presso il Tribunale di Macerata e la Camera di Commercio, in collaborazione con lo Studio Commerciale Farina-Torresi

Contatti: anna.czerwinska@networkprofessioni.it 

L`autore del testo si impegna a fornire le informazioni aggiornate e curate con la massima scrupolosità e diligenza. I contenuti presenti in questo sito sono  puramente informativi e l`autore non rilascia alcuna dichiarazione né garanzia, in merito alla precisione o completezza delle informazioni presenti in questo sito.

Per approfondimenti e l’assistenza fiscale internazionale tra Italia e Polonia, vi invitiamo a contattarci.

COMPANY VALUATION • TAX ADVISORY • ACCOUNTING SERVICES • BUSINESS CONSULTING
STUDIO TRIBUTARISTA ANNA CZERWINSKASTUDIO COMMERCIALE FARINA TORRESI & ASSOCIATI

Sharing is caring:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *